gtag('config', 'AW-825823826') Il nido come a casa tua | L'asilo nido dell'Isola che non c'è

L'ISOLA CHE NON C’È di Anna Fiorone — P.iva 07621150015

Via Maria Cristina, 26 — 10025 Pino Torinese (To)

+393408342902annafiorone@isolachenonce.org

Il Nido come a Casa tua

Per cuccioli dai sei mesi fino alla materna

Pacchetti ore personalizzati e altri servizi: cucina in sede, Nursery at home, pick up e babysitter.

Le Attività

L'anno che si sta concludendo è stato pieno di sorprese e avventure per i cuccioli dell'Isola, caratterizzato da un percorso ludico formativo che si è sviluppato attorno a un tema ogni mese diverso.

Le attività del Nido:

  • Progetti in movimento (giocomotricità): il laboratorio di giocomotricità si tiene di lunedì. Permette lo sviluppo delle capacità motorie di base quali camminare, correre, saltare, rotolare, che aiutano i bambini a migliorare la conoscenza del proprio schema corporeo e a muoversi nello spazio che li circonda interagendo con gli altri. Un primo approccio all'attività fisica sotto forma di gioco! I bambini imparano inoltre a conoscere le direzioni, a distinguere la destra dalla sinistra e a coordinare i movimenti. L’attività è finalizzata all'apprendimento dei movimenti di base e all'acquisizione della sicurezza psicologica in situazioni come la caduta e il contatto fisico in piedi e a terra. Parte integrante di questo programma è il conseguimento o il miglioramento delle cognizioni spazio-temporali in attività sia individuali che di gruppo.

  • English with mother tongue teacher: vari incontri durante la settimana con l'insegnante d'inglese madrelingua; l'apprendimento della lingua è tema centrale e dinamico nel progetto formativo dell'Isola.

  • Apprendimento musicale (The Music Learning Theory, Gordon Method): l'obiettivo è favorire lo sviluppo dell’attitudine musicale del bambino secondo le sue potenzialità, le sue modalità e soprattutto i suoi tempi, insegnandogli a comprendere la sintassi musicale e a esprimersi con la voce o con uno strumento.

La Cucina dell'Isola

L'Isola che non C'è dispone di una cucina interna; prepariamo i pasti ogni giorno con prodotti freschi, biologici e provenienti dalla filiera corta.

All'Isola crediamo nella stagionalità dei prodotti e acquistiamo da piccoli produttori del territorio;

i nostri menù variano settimanalmente.

Nel rispetto della massima libertà organizzativa, le famiglie che lo desiderano possono portare i pasti da casa.

Tariffario a ore

In caso di frequenza saltuaria, i genitori pagano una tariffa oraria con modalità differenti a seconda che sia programmata o meno.

Tariffario a Forfait

In caso di frequenza maggiormente strutturata, proponiamo pacchetti-ore forfettari partendo da un minimo di 40 ore mensili.

NURSERY... AT HOME

La serenità della famiglia è un perno fondamentale del progetto dell'Isola. Per motivi particolari (età prematura del bambino, difficoltà al distacco, desiderio di una conoscenza graduale tra maestra e bambino) le maestre possono trascorrere un periodo presso il domicilio della famiglia per abituare il bambino alla “nuova” figura che entrerà gradualmente a far parte della sua quotidianità.

Grazie alla complicità e alla confidenza che si creano fra l’insegnante, il bambino e la sua famiglia, il passaggio al nido sarà decisamente più semplice.

Fabio Grilli 

dir. trade marketing Ferrero

Un nido all’avanguardia per gli innumerevoli servizi e soluzioni che offrono alle famiglie; aggiornatissimi sulle attività ludiche più divertenti e coinvolgenti, che contribuiscono allo sviluppo dei nostri bimbi.

L'Isola che non C’è è sicuramente garanzia di professionalità e sicurezza.

 

...più che un asilo nido, una seconda casa, che sprigiona tutto il calore e l’affetto di cui un bambino di una manciata di mesi possa necessitare. Un luogo sicuro, stimolante dove mio figlio, sin dal primo giorno, ha dimostrato di essere a proprio agio. Due maestre con il cuore da mamme, pronte ad abbracciare, a rassicurare, a cogliere, con attenzione e dedizione, le attitudini di ciascuno. Un’isola felice per bambini e genitori che lasciano nelle braccia di Anna e Daniela ciò che hanno di più importante, consapevoli e sereni di aver intrapreso la scelta migliore. Potrei scrivere pagine e pagine per descrivere quanto sia felice di aver iscritto il mio pulcino all’Isola che non c’è...ma credo che la testimonianza migliore sia quella di mio figlio di due anni che, dopo essere stato con le sue tate tutte le mattine, al pomeriggio e alla sera mi chiede continuamente di tornare all’Isola con un sorriso smagliante “mamma annamo (andiamo da) Dani e Anna adesso? B(r)aaaave loro, gioca(r)e, cocche (coccole), colo(r)i, bacini!”

Federica, mamma di Edoniu